Telefono

(+39) 0923.557728

Scrivici

info@montalbanoimpianti.com

Apertura

Lun-Ven: 8/13+15/19 | Sab: 8/13

Termocamini

Un termocamino può essere alimentato a legna, pellet o bioetanolo. Oltre a riscaldare casa e in alcuni casi produrre acqua calda sanitaria, contribuisce a dare un tocco di stile e fascino all’arredamento domestico. il termocamino può essere considerato l’evoluzione del caminetto tradizionale, chiuso nella parte anteriore da un vetro termico, quindi, più efficiente del camino standard a camera aperta in quanto consente un buon risparmio energetico grazie al recupero di buona parte del calore prodotto che altrimenti si disperderebbe nella canna fumaria.

Tra i suoi vantaggi c’è certamente il valore estetico aggiuntivo che porta nell’abitazione che lo accoglie.

I termocamini si dividono in due tipologie principali:

  1. Termocamin ad aria: è la tipologia che assomiglia di più al camino tradizionale e non prevede allaccio con il sistema di riscaldamento in uso. Con il termocamino ad aria il calore prodotto dalla combustione non fuoriesce dalla canna fumaria ma riscalda l’aria di un’intercapedine; questa aria riscaldata viene immessa tramite delle bocchette nella stanza per riscaldarla. Quest’aria calda non si propaga solo nella stanza dove abbiamo il termocamino, ma anche in quelle vicine, grazie a tubi che incanalano il caldo trasportandolo anche nelle altre stanze.
  2. Termocamini ad acqua: con questa tipologia di termocamini il calore prodotto riscalda la temperatura dell’acqua presente nell’impianto di riscaldamento generale per alimentare termosifoni presenti nelle stanze o tubature che servono a riscaldare la casa, passando sotto il pavimento, il famoso impianto radiante o riscaldamento a pavimento. In questo caso, a differenza di quello ad aria, il termocamino ad aqua può anche andare a sostituire completamente il lavoro della caldaia, perché porta anche acqua calda sanitaria in cucina o nel bagno. 

X